Febbraio 11, 2021

Un Competence Centre targato Var Group

Nella nuova sede Gencom a Forlì tutti i segreti della Collaboration Var Group.

 

Toccare per credere. Nulla di meglio per imparare ad utilizzare le tante tecnologie di collaboration disponibili nel primo Collaboration Competence Centre di Var Group
La reception virtuale fa bella mostra di sé sul bancone del Genbar per dare il benvenuto ai visitatori. Una linea pulita e moderna, una soluzione all-in-one che combina il sistema di video conferenza al content sharing e alla whiteboard… il tempo di un caffè per imparare ad usarla!

Le esigenze in azienda sono molteplici e diversificate, dall’allestimento di huddle space a sale riunioni di grandi dimensioni. È possibile integrare display già presenti in sala con sistemi video di collaborazione intelligenti o alle­stire nuovi spazi con lavagne digitali multifunzione. Avviare un meeting, condividere documenti o controllare la lavagna dal cellulare diventa facilissimo. 
Tecnologie user friendly che esprimono il potere dell’Intelligenza Artificiale. Cancellazione rumorosità, riconosci­mento facciale e un’assistente virtuale per prenotare le sale riunioni o avviare una telefonata: queste alcune delle principali caratteristiche dal contenuto esperienziale elevato. 
Il 2020 è stato l’anno del remote working e del lavoro ibrido. Obiettivo comune: collaborare senza interruzioni in un’azienda sempre connessa. Tante novità renderanno il lavoro da remoto fluido e produttivo, come quello in presenza. Alcuni esempi? Il miglioramento della qualità della voce e la cancellazione dei rumori di fondo durante le riunioni o i sottotitoli della conversazione in tempo reale e la trascrizione post riunione. 
Sarà un futuro inclusivo con piattaforme di collaborazione sempre più performanti per un’interazione a tutto ton­do tra le persone. Un ambiente unico dove si svilupperà tutta l’interazione aziendale: chiamate, messaggi, riunioni.

Come evolverà il nostro modo di comunicare in azienda nel 2021?

Nel Competence Center Var Group si possono già trovare interessanti anticipazioni e progetti concreti come quello realizzato per la Residenza Pietro Zangheri.

 

Residenza Pietro Zangheri: guardare al futuro, migliorando il presente

La residenza per anziani Pietro Zangheri di Forlì ha scelto di investire sul futuro, miglioran­do il presente dei tanti ospiti che in questi mesi sono rimasti isolati dai loro cari. I sistemi di vi­deochiamata introdotti in struttura permettono di dialogare con i familiari, nel pieno rispetto delle regole di sicurezza sanitaria. Inoltre, la telepresenza è utile ad infermieri ed operatori sanitari per monitorare le persone, entrare in contatto velocemente, in caso di urgenze, in­teragire per valutazioni a distanza. Un primo passo avanti verso la telemedicina.